Condividi:

 

A volte anche una semplice crostatina ti fa sognare e andare lontano…


Crostatina fragola e frutto della passione

Una frolla pronta, della namelaka al frutto della passione e della gelée alla fragola.

La base di frolla è del Maestro Laghi, la namelaka da una base del maestro Santin ed una gelée che sembra piu una confettura.

L’abbinamento frutto della passione e fragola non deludere mai. Un pasticcino davvero veloce da fare e godurioso da mangiare!


Pasta frolla
(Stefano Laghi ) – da preparare la sera prima

Ingredienti
366 gr. Farina 00
223 gr. Burro plastico
143 gr. Zucchero semolato
40 gr. Uova intere
3,3 gr Baking (lievito per dolci in polvere)
1/3 Semi di bacca di vaniglia

  1. Preparare la frolla impastando burro e zucchero
  2. Aggiungere le uova con la vaniglia, ed infine la farina con il lievito,
  3. Impastare poco e lasciar riposare in frigo.
  4. Stendere la frolla a 2.5 – 3mm di spessore e foderare le tartellette
  5. Cuocere la base di frolla a 170°C.
  6. Una volta cotta, spennellare con del burro di cacao sciolto per isolare la frolla e mantenerla croccante.

Namelaka al frutto della passione
(Da una base di Maurizio Santin) – da preparare la sera prima

Ingredienti
120 gr. Cioccolato bianco Callebaut
50 gr. Inspiration Al passion fruit Valrhona
110 gr. Polpa di frutto della passione
5 gr. di glucosio
2,5 gr. di gelatina (reidratante con 12,5 gr di acqua)
200 gr. panna fresca

  1. Tritare il cioccolato in un brick e scaldarlo leggermente al microonde
  2. Scaldare la polpa di frutta con il nn glucosio
  3. Aggiungere alla polpa di frutta calda, la gelatina reidratata ( e strizzata se in fogli)
  4. Versare il liquido caldo sul cioccolato
  5. Emulsionare con il frullatore ad immersione
  6. Aggiungere la panna fredda
  7. Emulsionare nuovamente
  8. Farla riposare almeno una notte in frigo prima di utilizzare montandola leggermente

Per la gelatina morbida alla fragola

Ingredienti
145 gr. Purea di fragola con 10% di zucchero
15 gr. Zucchero
3 gr. Gelatina in polvere 200 Bloom
15 gr. Acqua per la gelatina 

  1. Mescolare la purea di fragola e lo zucchero e portare a bollore
  2. Sciogliervi la gelatina precedentemente reidratata nell’acqua fredda
  3. Lasciar raffreddare e metterne una piccola parte sul fondo della tartelletta
Montaggio:
  1. Stendere la frolla ad uno spessore di 2,5 – 3 mm negli stampi
  2. Cuocere in forno a 170 gradi.
  3. Impermeabilizzare con il burro di cacao sciolto
  4. Mettere un po’ di gelatina di fragole sul fondo della crostatina
  5. Montare la namelaka
  6. Dressarlo un ciuffetto di crema sopra alla gelatina con l’aiuto di una sacca da pasticceria con bocchetta rigata.
  7. Decorare con una fettina di fragola o a piacere
Condividi:

6 Comments

  1. Ottima.

  2. Forse riesco a dirti che sei bravissima!

    1. Ci sei riuscita e… Grazie mille di cuore!

  3. Fantastiche ti posso chiedere cosa vuol dire burro plastico riferito alla frolla,grazie

    1. Significa un burro che non è né a pomata né sciolto e tanto meno fa frigo. È malleabile, più simile alla consistenza della plastilina appunto. Diventa così tenendolo un po’ fuori dal frigo prima di inglobarlo alla frolla o se è troppo freddo dandoli qualche colpo di mattarello come si fa per la sfoglia per aiutarlo.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Crostate