Condividi:

Semplice nei gusti ma pensata solo per te. la tua gioia nel vederla ripaga anche le corse nel prepararla, nonostante il pancione


Il trenino Thomas – per te che adori treni e trenini

Sarà il solito pensiero smielato da mamma, ma mentre stavo progettando questa torta, non mi sembrava possibile che tu avessi già 2 anni. Complice il fatto che l’anno scorso la tua festa di primo compleanno l’abbiamo fatta a settembre, ben 6 mesi dopo il tuo compleanno e quindi sono passati veramente pochi mesi da quella festa. In questi pochi mesi tu però hai iniziato a diventare proprio un ometto. Hai iniziato a camminare, anzi per la verità, a non stare proprio fermo.
Ti fai capire molto bene anche se il tuo vocabolario è assai ridotto. Hai già un tuo bel caratterino che mi ha fatto capire che vuoi essere indipendente, e per me questo, da ex bimba indipendente quale ero, è solo un motivo di orgoglio. Non volevo crescere un figlio attaccato alla gonnella e spero non succederà.

Ci sarebbero tante cose da dire, ma forse questo non è il luogo.
Questa torta l’ho amata e odiata tanto, e in effetti ancora oggi che la guardo, a quasi 2 mesi dal tuo compleanno, vedo che il viso del trenino non assomiglia affatto all’originale, anche se l’ho rifatto 5 volte almeno e alla fine mi sono dovuta arrendere per questioni di tempo.

Ma tu invece questa torta l’hai adorata, l’hai ammirata, toccato e con il trenino (pensando che fosse vero) ci hai persino giocato. Questo momento, quel momento in cui ti guardavo sgranare gli occhi vale um milione di più delle mie paturnie da precisina e della fatica nel fare questa torta con una pancia da 9 mesi.

Nonostante fossi già ammalato, e non non lo sapevamo, pensavamo tu fossi solo un pò stanco per aver giocato molto al nido, Invece di li a poco ti è venuta la febbre alta per giorni e quel faccino triste delle foto del nido, davanti alla torta di mele che ti avevo preparato, sono la campanella che non avevamo sentito suonare. Niente di grave, per fortuna, solo sesta malattia ma che ci ha fatto penare parecchi giorni per la febbre troppo alta.

Passata anche questa.

Non so che torta ti farò per il tuo terzo compleanno, ma so solo che probabilmente farò il mio possibile, dovessi stare le notti in piedi, per renderti felice

Il dolce è così composto (in ordine di esecuzione):
– Pan di spagna classico al limone
– Bagna al limone
– Namelaka al pistacchio
– Crema al burro meringata al cioccolato bianco
– Lamponi freschi


Per il Pan di Spagna classico
(da una ricetta di S. Laghi)

Ingredienti
Per due stampi da 18 cm di diametro
225 g Uova
66 g Tuorli
190 g Zucchero
130 g Farina 00
100 g Fecola
Buccia di un limone

In una pentola sul fuoco scaldare le uova con i tuorli e lo zucchero frustando continuamente fino alla temperatura di 40°. Aggiungere i semi della bacca di vaniglia e Passare poi in planetaria e montare  (15-20’). Aggiungere delicatamente a mano la farina setacciata con la fecola, cuocere in forno in stampi imburrati ed infarinati a 180°C per circa 20 minuti.

Bagna al limone  

Ingredienti  
100 g acqua
50 g succo di limone
150 g zucchero
20 g scorze di un limone

Fare bollire acqua con lo zucchero , il succo e le scorze di limone per circa 3 minuti. Lasciar in infusione le scorze di limone almeno una notte e poi filtrare prima dell’utilizzo.

Nameka di pistacchio
(da una preparazione di G. Fusto)

Ingredienti  
122 g di latte intero
103 g di pasta pistacchio
6 g di sciroppo di glucosio
3 g di gelatina granulare 200 Bloom + 15 g d’acqua
190 g di cioccolato bianco 
250 g di panna liquida fredda

Far fondere il cioccolato bianco fino alla T di 45 °C. Idratare la gelatina con l’acqua indicata e poi scaldarla leggermente al micro-onde.Versare il latte in una casseruola, aggiungere lo sciroppo di glucosio e far bollire lievemente. Aggiungere la gelatina idratata e mescolare. Unire la pasta pistacchio al cioccolato, mescolare e poi realizzare l’emulsione aggiungendo il latte in 3 volte. Lavorare la crema con il minipimer. Infine, aggiungere la panna liquida fredda. Conservare la vellutata in frigo coperta con pellicola a contatto.

Crema al burro meringata al cioccolato bianco

Ingredienti  
75 g acqua
200 g zucchero
100 g albumi
50 g zucchero
250 g burro plastico (10-12°C temperatura)
100 g Cioccolato bianco sciolto

Cuocere a 121°C lo zucchero con l’acqua.Montare gli albumi con lo zucchero e versarvi a filo lo zucchero cotto, continuare a montare fino a raffreddamento.Unire poco alla volta il burro e montare nuovamente.Versare a filo il cioccolato sciolto a 27°C e raffreddato leggermente.Potete far riposare in frigo una mezz’oretta se si vuole una consistenza diversa per poter essere utilizzata come rivestimento della torta.

Montaggio del dolce

Alternare gli strati di pan di spagna bagnato al limone con la namelaka al pistacchio e lamponi freschi. Lasciar riposare in frigo, prima di ricoprire con la crema al burro meringata. Decorazioni in pasta di zucchero modellate a mano

Condividi:

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may also like

More in Cake design